Dimagrire con il corpo e con la mente - Dottoressa Cinzia Gorla

Dimagrire con il corpo e con la mente

C’è da domandarsi perché mai una persona dovrebbe mettersi in condizioni del genere e aver quindi voglia di “dimagrire”, ma, se ci pensate bene, la modalità di vivere il dimagrimento oggi si basa proprio su questo modo di pensare alla perdita di peso; quando il medico dice: “Lei deve mettersi a dieta”, ecco che nella mente scatta quel meccanismo per cui il futuro si mostra come penoso e pieno di sacrifici. Questa idea di partenza è, giustamente,

uno dei motivi di maggior resistenza e difficoltà della riuscita di una dieta.

Dimagrire significa perdere massa grassa, mettersi a dieta vuole dire avere atteggiamenti verso SE STESSI che siano il più personali possibile, che prevedano la giusta dose di alimenti piacevoli e che siano appropriati alla volontà di osservare il proprio corpo nel cambiamento. Dimagrire, mettersi a dieta, significa cambiare, non certo patire. Prima di affermare di voler dimagrire, dialoghiamo allo specchio con noi stessi e domandiamoci: “perché sono grasso, dove il mio corpo vorrebbe essere diverso e, soprattutto, lo voglio davvero?”.

Se la volontà esiste, allora incomincia a immaginare che il Tuo corpo stia già cambiando, comincia a immaginare di essere la persona che vorresti diventare, arriva là dove Ti porta l’immaginazione. Il cambiamento desiderato si produce armonizzando corpo e mente in un percorso che aiuta la persona a recuperare uno stile di vita sano. Spesso il motivo dei chili di troppo è proprio un allontanamento dai ritmi biologici naturali e dal vero Sé profondo. Per perdere peso in modo stabile e duraturo, fare una dieta aiuta, ma non è sufficiente. Il cambiamento è il risultato di un diverso modo di vivere e pensare.

Oggi sappiamo che non è solo il cibo che fa ingrassare, ma sono un insieme di fattori che non permettono di vivere il corpo in maniera appropriata: lo stress, l’infelicità e l’insoddisfazione, lo scarso movimento fisico e tante altre cause. Quindi, per iniziare: -Chiediti se vuoi dimagrire davvero; -Inventa TU i tuoi cibi e la TUA cucina light. La privazione continua di ciò che ti piace e ti dà gusto diventa una gabbia entro cui appassiscono le emozioni con il conseguente “umore nero”, tipico di chi è a dieta;

* Scegli una ginnastica che ti piace: oggi le palestre offrono tante varietà di corsi, provali tutti e scegline uno, oppure inizia a passeggiare all’aria aperta senza lo scopo di dover bruciare grasso ma con la consapevolezza che passeggiare può essere un meraviglioso passatempo.
* Ascolta i messaggi del TUO corpo e assecondalo. I modelli della nostra società spingono talvolta a fare troppo rispetto a quello che il corpo riesce a sopportare, superando la personale soglia di fatica e quindi a rendere vano lo sforzo;
* Innamorati di te stesso, abbandona l’identità della persona grassa e non fossilizzarti su ciò che trovi difficile o sui risultati che non riesci a ottenere; se impiegherai due mesi o un anno a imboccare la giusta strada, poco cambierà. Ma una volta scelta la strada la sentirai davvero TUA con tutti i suoi benefici psicofisici. Analogamente, ogni conquista, ogni chilo perso, sarà stabilmente TUO, perché sarà stato compreso (e “digerito”) dalla parte più vera e intima di TE stesso.

GORLA, C.,2009. Dimagrire con il corpo e con la mente. Seregno Informa [online], Novembre 2009