PSICOLOGIA E BENESSERE – ED. GENNAIO 2014 –TESTIMONIANZE - Dottoressa Cinzia Gorla

PSICOLOGIA E BENESSERE – ED. GENNAIO 2014 –TESTIMONIANZE

PSICOLOGIA E BENESSERE – ED. GENNAIO 2014 –TESTIMONIANZE

Come può la mente agire sul nostro benessere?

 

Due giovani donne raccontano la loro esperienza di Psicoterapia.

La prima attanagliata dagli Attacchi di Panico e la seconda dal Sovrappeso.

 

L’attacco di panico (DAP) è una crisi d’ansia estremamente acuta che si presenta in modo più o meno violento a seconda di variabili interne o esterne al soggetto.

I sintomi sono sia fisici: tremori, tachicardia, giramenti di testa, “gambe molli”, senso di soffocamento, dolore al petto, … che emotivi/mentali come paura di perdere il controllo, paura di impazzire, dispercezione corporea, mancanza di equilibrio e, se l’attacco è forte, si può addirittura svenire.

Il DAP è un disturbo invalidante che costringe l’individuo ad una vita di rinunce e paure ma è possibile uscirne!

La Psicoterapia è un utile strumento per comprendere il senso del Panico, per scoprire addirittura il vantaggio e la forza che esso può dare alla persona; in qualità di Psicoterapeuta, il mio approccio al panico è diretto e vede questo disturbo in chiave mitica e sacra per l’anima, una terapia “anti-panico” dovrebbe avere una durata che va dai 3 ai 6 mesi con cadenza settimanale, le successive sedute verranno utilizzate per sistematizzare la nuova modalità di risposta agli stimoli e consolidare i risultati ottenuti.

In questo video è associato al Panico il problema dell’obesità perché in qualche modo hanno qualcosa in comune: nel caso dell’obesità non sono la mente, i pensieri e le emozioni a perdere il controllo ma è il corpo.

Nel caso del sovrappeso o peggio dell’obesità, non vengono percepiti i confini corporei: attraverso il corpo l’individuo cerca di conquistare uno spazio identitario che non riuscirebbe ad essere conquistato in altro modo.

L’obeso, con i suoi chili di troppo, chiede di essere visto quando non sente di essere stato riconosciuto in primis dalle figure genitoriali e/o di accudimento e successivamente da se stesso. Desiderando ardentemente di essere amato tende ad auto-distruggersi e a confinarsi in una vita priva di emozioni corporee (sessualità, possibilità di piacere, flessibilità, contatto corporeo) nella vana attesa che qualcuno possa risolvere le sue insicurezze.

Sia nel Panico che nell’obesità è necessario ristabilire il giusto rapporto mente-corpo-emozioni-spirito ed avere il coraggio di vivere la vita esprimendo se stessi ed imparando che il PIACERE è un diritto.

Realizzato da: Seregno Tv