Depressione ai giorni nostri - Dottoressa Cinzia Gorla

Depressione ai giorni nostri

“Essere depressi è un’abitudine; essere felici è un’abitudine; e la scelta spetta a te.”

(Tom Hopkins)

Indolenza, noia, voglia di non curarsi, apatia, ecco alcuni degli aggettivi che possono ben descrivere ilfenomeno che spinge verso il basso: la DE-PRESSIONE.

Ogni emozione, gesto, parola, contiene il suo contrario, così anche la depressione contiene il suo contrario.

Se sei depresso, potrai essere facilmente felice, basta farsi portare sotto, là dove la depressione vuole portarti: farTi conoscere e sperimentare i lati più nascosti della Tua essenza. Nessun uomo felice, felice veramente, osservatore e spettatore di sé, si può dire felice se prima non è stato depresso.

La differenza tra te e quell’uomo felice è che lui è stato al gioco, è stato con se stesso senza tradirsi mai, ha guardato fin la sotto senza aver nulla da dire, ha scoperto attraverso quel fenomeno la propria Naturalezza.

Essere Naturali significa essere Se Stessi, essere Se Stessi significa gioia estrema, totale abbandono.

La gioia non arriva dalla lotta contro la sofferenza ma arriva dallo star bene con la sofferenza, SAPERCI STARE, FARSI CONDURRE.

Se non lo fai è solo perché hai paura ma devi andare oltre alla paura, perché se tieni la paura bloccherai il fenomeno depressivo e soffrirai, creandoti sintomi e malessere. La paura nasce dal fatto che credi che se ti deprimi, se vai “un po’ più giù” starai male, ma la verità è che stai già male! E allora perché combattere? Se soffri l’unica cosa che potrai fare sarà osservare il mondo con occhidiversi e come lo vedo il mondo quando sto con l’emozione depressiva?

Vedo un mondo spento, morto, inutile… cioè io vedo esattamente me riflesso nel mondo per come sono in quel momento, il mondo, la realtà intorno non è altro che lo specchio di ciò che sono.

E allora, cosa puoi fare?

Continuare a guardare con quegli occhi, non cercare di essere ciò che non sei, se sei depresso vedrai la realtà in un altro modo: ACCETTALO!

Successivamente a questa visione accadrà un miracolo: i tuoi occhi inizieranno a notare intorno a te delle realtà e dei mondi che non avevi mai avuto modo di osservare, i tuoi processi interni inizieranno a modificarsi e inizierai a sentire di esistere: nonostante tutto hai un corpo che sente e degli occhi che guardano, osserva bene ciò che c’è intorno e dentro di te!

Solo in questo modo potrai sperimentare il miracolo della vita che sta accadendo proprio a te, lo stesso miracolo che fa sbocciare i fiori e che sa costruire un tramonto nel cielo.

Presa come parte costituzionale del proprio essere la depressione può diventare anziché nemica una buona compagna: se riesci a farti portare da essa scoprirai di te dei lati, dei modi, delle caratteristiche che mai avresti pensato di possedere: potresti diventare più solitario o più cinico oppure potresti sviluppare una sensibilità verso chi soffre e tanti infiniti, inaspettati modi di essere che fino a poco prima ti erano sconosciuti.

Quindi…

VIVI OGNI PARTE DI TE, SOLO COSI’ POTRAI ESSERE FELICE!