Percorso di crescita personale – Fortificare l’intenzione

“L’Intenzione è il punto di partenza di ogni sogno. È il potere creativo che soddisfa tutte le nostre esigenze”

(Deepak Chopra)

La psicologia, oltre ad occuparsi di disagio e patologia, fornisce anche utili strumenti al fine di promuovere benessere e crescita personale.
Il percorso di crescita personale permette di acquisire consapevolezza di Sé e della propria vita, indagando non solo in superficie ma anche nella profondità dell’Essere, per dare modo a ciascuno di vivere in modo armonico, felice e libero.

In quale misura possiamo plasmare e modellare la nostra vita quotidiana? In quale misura possediamo il potere di vivere vite più felici?
La determinazione delle applicazioni pratiche del potere del pensiero è lo scopo di questi incontri che vertono ad insegnare soprattutto “il potere dell’intenzione”, in quanto essa potrebbe essere molto importante per influire su alcuni aspetti della nostra vita.
Un viaggio avventuroso tra il conscio e l’inconscio.

Ciascuno di noi è un “genio” potenziale, ma spesso e per svariati motivi, si perdono di vista i propri bisogni più intimi e con loro, vengono smarriti serenità e gioia di vivere.
Per essere felici è bene sapere che abbiamo una grossa RESPONSABILITA’ verso noi stessi e verso il nostro funzionamento di percezione ed interpretazione della realtà.
La vita è imprevista ed imprevedibile ma “se io sono in grado di rimanere al centro del mio Essere e di adattare le mie profonde caratteristiche con quelle della Realtà e della Natura, saprò conoscermi e rendermi felice”.
Fermarsi ed ascoltare l’interiorità è fondamentale per raggiungere felicità e libertà.

FORTIFICARE L’INTENZIONE
Cos’è una intenzione? È una dichiarazione di intenti, un proposito, è tutto ciò che da significato ad una data esperienza: “con che intenzione sto facendo una data cosa?”. Risponde alla domanda “che cosa voglio davvero ottenere?”. L’Intenzione è il pensiero consolidato che ci conduce all’azione, è impulso o consapevole o inconsapevole all’interno del quale è presente il seme della realtà.

Imparare ad essere presenti, senza essere pilotati dalla mente e dal fiume di pensieri che scorrono in essa è essenziale, è utile sapere che i pensieri danno forma al sentimento, che a sua volta diventa un’emozione che si manifesta in una reazione fisiologica che avrà un impatto sulla salute fisica ed emozionale. Questo è il punto di arrivo: un pensiero che diventa materia.

OBBIETTIVO DEL CORSO:
imparare a fare un uso cosciente dell’intenzione, non determinata quindi dalla cultura e dall’educazione, che portandoci a visitare la parte più vera di noi stessi, quella del desiderio, ci restituisce PROTAGONISMO.

STRUMENTI:

  • spunti di bioenergetica per sviluppare la creatività corporea
  • indagine familiare tramite le costellazioni familiari per osservare i processi inconsci che bloccano la crescita personale
  • de-programmazione dei condizionamenti attraverso la relazione
  • passaggi da stati ordinari e non ordinari di coscienza con rilassamento immaginale
  • sessione di rilascio emozionale con l’uso del TAMBURO (“Tantrum” sessione al suono)

*INFLUENZE SCIENTIFICHE: Numerosi sono gli studi compiuti (H. Benson, S. Krippner, Lazar) che affermano che l’intenzione, nel senso di attività mentale efficace, richiede una focalizzazione iniziale del pensiero, seguita da una sorta di abbandono; insomma, l’intenzione per raggiungere il suo scopo deve essere privata dell’attaccamento, e deve seguire una forte concentrazione di pensiero.

Gli esperimenti eseguiti negli Stati Uniti evidenziano che il semplice pensiero è sufficiente a produrre le istruzioni neurali che servono a compiere l’atto fisico. Questa possibilità è stata verificata collegando, ad esempio, un gruppo di sciatori ad un’apparecchiatura che registra gli impulsi elettrici (EMG e EEG), durante le loro esercitazioni mentali. Durante tutto il tempo in cui gli sciatori si stavano allenando mentalmente visualizzando ogni dettaglio della discesa, gli impulsi elettrici inviati ai muscoli erano esattamente uguali a quelli che si producevano quando realizzavano veramente la discesa. Il cervello inviava le stesse istruzioni al corpo, tanto nel caso del movimento “immaginario” quanto nel caso del movimento “reale”.
Questo esperimento porta a pensare che l’inconscio non distingue tra reale e virtuale.

Cosa significa per noi questo postulato?

  • Il 95/97% di tutti i meccanismi fisiologici, ovvero tutti i processi interni dell’organismo, responsabili della salute e della malattia, le conseguenze delle reazioni emozionali a impatti stressanti sperimentati nella vita, si attivano e si originano nell’inconscio.
  • Imparare ad usare nella vita il potere dell’intenzione consapevole aiuta a “modificare” il corso degli eventi dettati e condizionati da una “consapevolezza distratta”.
  • Quando si fa qualcosa senza essere realmente presenti difficilmente si raggiungono gli obbiettivi.

Essendo stato dimostrato che l’intenzione influenza la chimica del nostro corpo, dovremmo essere capaci di accelerare, rallentare o migliorare qualsiasi processo fisiologico.
L’intenzione umana è talmente potente che può influenzare tutti gli aspetti più importanti della vita umana.

Già nelle Upanishad si affermava che:
“Tu sei ciò che è il tuo desiderio più profondo. Com’è il tuo desiderio, così è la tua Intenzione. Com’è la tua intenzione, così è la tua volontà. Com’è la tua volontà, così è la tua azione. Come la tua azione, cosi è il tuo destino.

Dove

"Il Salotto" - via Cadorna, 47 - Meda (MB)

Costi

Intero Corso: € 70,00

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila il form sottostante per prenotarti o richiede informazioni

Ho letto la Privacy Policy e acconsento al trattamento dei dati personali.

captcha