Socializzare è un’arte

274

“Ruba tutti i colori del mondo e dipingi la tela della tua vita eliminando il grigio delle paure e delle ansie.
Abbandona i tuoi vecchi abiti mentali e vestiti di allegria”

(Omar Falworth)

In pedagogia, socializzare, significa realizzare un giusto equilibrio tra ogni singolo soggetto ed il gruppo a cui appartiene.
Per avere una vita ‘piena’ ed essendo l’uomo un animale sociale, dovrebbe venir facile e naturale possedere una rete di amicizie, conoscenze e rapporti che siano funzionali allo sviluppo sia della propria identità che alle capacità di integrazione con l’ambiente circostante.
Ma non è così per tutti: alcune persone sono sole, faticano ad avere una rete sociale adeguata, fosse anche “solamente” una rete di persone con cui ‘passare il tempo’; alcune persone che ritrovo nel mio studio mi raccontano di come spesso, il loro sentirsi sempre inadeguati, sia il fattore principale dell’insuccesso nelle relazioni.
Nulla è scontato: socializzare è un’arte molto complessa!
La riuscita sociale prevede, in primis, una buona percezione di sé, invece, tanti;
si sentono brutti eppure non lo sono, altri credono di essere persone poco interessanti e non è vero, … potrei continuare all’infinito ad elencare i motivi per cui le persone si auto-isolano.
Cosa manca a queste persone? Semplice è da dire: l’Autostima!

Così, se sei tra le persone che non hanno amici o rapporti sociali soddisfacenti, la prima cosa da fare è CAMBIARE IL TUO PENSIERO ed usare GRADUALMENTE delle strategie che ti espongano all’attività sociale, in questo modo sarai Tu Stesso a sperimentare che a qualcuno piaci, che qualcuno ha le tue stesse idee, paure, desideri, ti accorgerai che ciò che conta davvero per socializzare è null’altro che l’atteggiamento mentale che possiedi … verso di te!

I suggerimenti che ti consegno sono questi:

– SII TE STESSO

Ricorda che qualsiasi caratteristica tu abbia e su cui tu possa fare autocritica, possiede sempre quello che è il tuo punto di forza.
Ad esempio: sei timido e lo consideri un difetto?
E se invece leggessi la timidezza come una grande risorsa?
Le persone timide appaiono spesso silenziose, misteriose, affascinanti e questi aspetti vengono comunemente visti come pregi e caratteristiche interessanti!
Osserva quelli che ritieni essere i tuoi difetti e scova in essi la trasformazione vincente, divertiti nel farlo, il rovescio della medaglia esiste, per forza!
Cerca di comprendere che il rispetto delle persone conta molto di più della loro approvazione, la gente è attratta da chi si dà valore, se cerchi di piacere a tutti, perdendo di vista ciò che sei davvero automaticamente ti omologherai agli altri, non sarai speciale, unico e ancor più automaticamente perderai il tuo inestimabile valore.

– SVILUPPA LE COMPETENZE SOCIALI

  • Inizia a stare in mezzo alla gente, in qualsiasi posto puoi trovare persone.
    Parlare con gli sconosciuti o con chi conosci poco non è mai semplice ma più lo fai e più ti risulterà facile, divertente e vedrai che le conversazioni nasceranno da sole ma … tieni a mente questi trucchi:
  • Cura il tuo aspetto esteriore, l’abito fa il monaco, soprattutto al primo impatto. Assicurati di usare un linguaggio del corpo aperto e disponibile, sii sorridente. Condividi interessi e idee, i tuoi pensieri possono aprire molte porte sull’amicizia. Non puoi mai sapere se quello che stai per dire farà riflettere, ridere, o metterti sotto un’altra luce, rischia! Evita discorsi di politica, religione e sessualità, sono argomenti delicati che possono facilmente offendere chi ti circonda. Se qualcuno chiede la tua opinione, dilla, ma ricorda che gli altri potrebbero avere punti di vista diversi e nessuno ha torto o ragione.
  • Cerca il contatto visivo, gli occhi comunicano il tuo interesse verso l’interlocutore.
  • Non spettegolare, cerca di dire solamente cose che potresti tranquillamente dire in faccia ai diretti interessati.
  • Sii ottimista, anche se sei giù di morale, evita nel modo più assoluto di annoiare le persone con i tuoi problemi.
  • Rispetta tutti, non importa cosa pensano o dicono. Sono persone e meritano di essere trattate con rispetto. Se tratti bene la gente sarai trattato bene.

 

Ed in ultimo: pratica! Con più ti metti in gioco … con più diventerà divertente giocare.

*questo articolo mi è stato richiesto da una persona speciale che crede di non esserlo, io invece credo che lo sia e spero che possa essergli d’incoraggiamento per buttarsi in questo meraviglioso, controverso mondo.

Potrebbe piacerti anche